c’è una cosa che si chiama: INSTANT KARMA.

Tempo grigio, giornata fondamentalmente di merda, lo diventa ancora di più quando scopro che ho il cellulare spento ed il cavo per l’alimentazione ROTTO. Il sesto. Cioè, non sto scherzando, il SESTO.

Mi doccio, mi vesto e rigorosamente in ritardo con la gente che deve ripartire per Londra, mi avvio con le solite cuffie nelle orecchie. A passo svelto quasi corro verso TRONY, playlist su playlist fino a quando non arriva tipo una delle mie canzoni preferite (questa:http://www.youtube.com/watch?v=eEEnKe7G-fU ndr.) ovviamente parte il videoclip sulla Tuscolana, fino a quando non arrivo ad altezza Subaugusta, oltrepasso il municipio e svolto a sinistra con una strada a 3 corsie dritta di fronte a me con una sfilza di macchine in fila ferme per il semaforo rosso.

Continuo imperterrito il video fino a quando non noto due pseudo Fabrizio Corona in una BMW M3 bianca che con le braccia fuori dal finestrino iniziano ad apostrofarmi in maniera non particolarmente carina per lo meno non come farebbero dei fan durante le riprese di un videoclip.
Il labiale non lasciava praticamente nessun dubbio, il braccio alzato, altrettanto. Mi sfilo le cuffie rallentando il passo e con la faccia da ragazza bionda con aria interrogativa muovo il mento a destra e a sinistra chiedendo di ripetermelo e con molta nonchalance me lo ripetono: “A FROCIOOOO”. Quasi fermo gli sorrido sornione.

Nel mentre il semaforo era diventato verde e si era creato anche un po’ di spazio fra la loro macchina e quella subito dopo che stava avanzando normalmente, loro scoattano da morire e sgommando con l’acceleratore a tavoletta, dopo due millesimi di secondo inchiodano e BOOM.

TAMPONANO LA MACCHINA DAVANTI A LORO.

Abbasso gli occhiali e dico: “Succhiamelo, inizia a prendere il CID e tieni pure il resto, lurido bastardo.”

Alzo il tallone da terra incrociandolo col polpaccio dell’altra gamba, ruoto il bacino, do un colpo d’anca e fingendo una coda di cavallo lunga fino alla tibia, giro la testa.

Rimetto le cuffie e piangendo di gioia dentro continuo il videoclip camminando come sulla catwalk di Victoria’ Secret.

YOUBETTAWATCHOUT, BABY.

One thought on “c’è una cosa che si chiama: INSTANT KARMA.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...