Sono diventato una persona migliore.

Ero pronto ad attraversare la strada, rigorosamente sulle strisce pedonali come faccio sempre.
Guardo ammiccante prima verso sinistra, poi verso destra. Tiro fuori tutto quello che di sexy c’è nel mio corpo per intimorire il maggior numero di guidatori e rendere fattibile questa traversata. Ombrello stretto fra le mani e via, sono pronto ad attraversare sperando che non mi mettano sotto, considerando anche la drammatica variabile pioggia.

Non riuscirò mai a capire perché gli automobilisti a Roma perdano la testa quando piove, come se avessero un cumulonembo incontinente che gli orina nell’abitacolo. Faccio un passo e -SBAM- clacson assordante: un autobus si è immesso nella corsia principale da una strada che fino a due secondi prima non esisteva.

Per lo spavento sobbalzo staccandomi dal manto stradale di circa 15 centimetri, indietreggio sempre con molta nonchalance, da brava signora Rienzina e mentre guardo stizzito l’autista per ringraziarlo della figura di merda, il suddetto autobus prende in pieno una pozzanghera enorme piena di acqua MARRÒ melmosa e piena di fango che fa schizzare una quantità non decifrabile (nell’ordine di grandezza di un ettolitro almeno ndr.), tutta.completamente.sopra.di.me. 
Lo tsunami di acqua piovana piena zeppa di organismi pluricellulari mi inonda completamente; capelli, jeans, TUTTO. In un attimo ho una maschera di fanghi d’alga GUAM in viso e mi si seccano completamente le lenti, il ciuffo mi si arriccia in precisamente 1,54 secondi e per completare il quadretto ho un enorme chiazza in mezzo alle gambe color cammello.

Rimango pietrificato sul ciglio della strada con la bocca spalancata e la mascella fuori asse mentre rivoli di acqua pieni di molecole di pipì di chissàquanticani mi scivolano lenti sul viso.

Mi ricompongo e non bestemmio. Mi ricompongo e faccio partire la sigla di Sex And The City nel cervello. Mi ricompongo e divento Carrie Bradshaw nell’opening della serie. Mi ricompongo e penso di aver fatto squirting con un mezzo pubblico. Rido. Attraverso.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...