Ho superato la mia fobia. (forse)

Chiunque nella propria vita abbia avuto la grande sventura di frequentarmi anche solo per un breve periodo di tempo è al corrente della mia fobia ossessivo compulsiva nei confronti della api.

Quando incrocio per sbaglio quest’insetto dal corpo striato nero e giallo con gli abbinamenti anche poco alla moda, do di matto.
E’ più forte di me. Scappo, mi agito, urlo e a volte piango.

Circa 10 minuti fa ne è entrata una nel salotto.

Quando fra una traccia di Schubert e Tchaikovsky ho sentito il ronzio di quella grandissima meschina, dipanatrice di veleno a tradimento, mi sono immediatamente aumentati i battiti.
Ho abbassato la sguardo e guardandomi ho subito realizzato di avere troppi centimetri quadrati di pelle scoperta, corro in camera, tiro via il lenzuolo dal letto, mi mummifico col medesimo e lascio solo due fori per permettermi di vedere la stronza.
Di corsa vado in cucina ed agguanto con mano decisa le mie armi.
Con passo lento e scandito da una traccia di Nyman mi sono avvicinato all’infima e gretta ape, ho preso la mira e BOOM, colpita ed affondata.

L’azione bifasica di Ajax cucina super brillante con forza sgrassante e disincrostante insieme a Bref schiuma attiva con candeggina l’hanno immobilizzata assicurandone morte certa.
Sogghignando le ho detto: “Tieni pure il resto, lurida bastarda.”

Vittorioso ho fatto una pirouette ed ho chiamato la mamma che si è congratulata con me.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...